Le FAQ​ di Suntribe

Sei arrivato nella sezione FAQ e questo può significare due cose: o hai un dubbio su qualcosa che abbiamo detto (o non detto), o sei solo un appassionato di FAQ. Sono entrambi ottimi motivi, quindi procediamo!

FAQ

Consegna / Spedizione / Disponibilità

Puoi ordinare da ogni parte del mondo.

Il nostro magazzino si trova in Germania, il che ci consente spedizioni veloci in tutto il mondo. Se l’ordine viene effettuato prima delle 12:00, di solito siamo in grado di spedirlo il pomeriggio stesso e al più tardi il giorno successivo, sappi però che in questo momento la spedizione potrebbe subire dei ritardi a causa della pandemia Covid-19.

Europa: 2-7 giorni lavorativi. USA: 3-10 giorni lavorativi. Australia: 4-10 giorni lavorativi. Asia: 6-16 giorni lavorativi. Sud America: 8-14 giorni lavorativi. Africa: 8-14 giorni lavorativi.

Vogliamo che tu sia soddisfatt@ al 110%, perciò se così non fosse avrai diritto a un rimborso completo entro 30 giorni dalla ricezione dell’ordine. Non importa se il prodotto è stato aperto: provalo in spiaggia o mentre stai scalando l’Everest, poi decidi con calma. Se dopo averlo provato non sei soddisfatt@, invia una mail a contact@suntribesunscreen.com e troveremo la soluzione più adatta a te: per esempio un cambio gratuito o un rimborso. E se davvero riuscirai a portare la nostra crema solare in cima all’Everest, mandaci le foto del tuo viaggio!

Semplice: clicca > qui < per accedere alla pagina Rivenditori e trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno.

FAQ

INGREDIENTI

No! I nostri solari sono totalmente privi di nanoparticelle. Usiamo solo ossido di zinco non-nano nelle nostre formulazioni.

​Potremmo risponderti con un’altra domanda: perché usare più ingredienti di quelli che servono? Abbiamo scoperto che utilizzando dai tre ai nove ingredienti è possibile garantire lo stesso livello di protezione di una comune crema solare, che però ne contiene 27.

Il vantaggio di usare meno ingredienti, e solo quelli più sicuri, consiste nel ridurre i potenziali effetti collaterali sia a livello ambientale che per la salute umana. Mentre il 63% degli ingredienti presenti nelle più comuni creme solari è classificato come pericoloso per l’uomo o la natura, quelli che utilizziamo noi sono riconosciuti tra i più sicuri per l’ambiente e per la salute. ​​​​

Puoi trovare ulteriori informazioni sul metodo di formulazione dei nostri cosmetici >qui<.

Usiamo ossido di zinco non-nano per due motivi. Primo, perché la ricerca lo attesta come il filtro UV più sicuro per l’ambiente, gli animali e gli esseri umani.

E per capire bene cosa intendiamo per sicurezza, è importante conoscere le implicazioni dell’ossibenzone, il filtro UV chimico più comunemente usato e ormai riconosciuto come responsabile del rischio di sbiancamento del 10% delle barriere coralline del pianeta.

Secondo, perché oltre a essere il più sicuro, l’ossido di zinco è anche il filtro UV minerale più efficace, poiché in grado di offrire una protezione dai raggi UVA superiore a tutti i filtri UV disponibili. Per come la vediamo, l’ossido di zinco ha tutte, ma proprio tutte le carte in regola.

In tutti i nostri solari utilizziamo solo ossido di zinco non rivestito, non irradiato e non-nano. Ecco i quattro motivi per cui usiamo ossido di zinco non rivestito:

1. È meno elaborato e preserva al massimo le qualità del minerale così come viene estratto in natura.

2. Presenta una fotoreattività minima: rispetto ad altri filtri UV come l’ossido di zinco nano, il biossido di titanio e i filtri UV chimici, l’ossido di zinco non-nano non rivestito è più fotostabile e, se esposto alla luce UV, non degrada facilmente né rilascia radicali liberi.

3. Il suo utilizzo è dichiarato sicuro dalle più recenti ricerche: l’ossido di zinco contenuto nei nostri solari si deposita sullo strato più superficiale e secco della pelle (lo strato corneo) e anche nel caso in cui venissero rilasciati radicali liberi, questi non raggiungerebbero comunque le cellule vive situate più in profondità. Questo studio del “Dipartimento di Salute e Invecchiamento” del governo australiano lo conferma.

4. I nostri solari contengono ingredienti inattivi che rimuovono e assorbono i radicali liberi, qualora questi si sviluppassero. Ecco perché nelle formule dei nostri solari sono presenti, per esempio, l’olio di semi di girasole e la vitamina E.

Totalmente sicuri! Gli ossidi di ferro che utilizziamo nei nostri prodotti non contengono additivi; inoltre, sono approvati e considerati sicuri sia per l’uso cosmetico che alimentare.

Sì! Oltre a disporre delle certificazioni cosmetiche necessarie, tutti i solari Suntribe sono certificati presso laboratori indipendenti che ne attestano l’efficacia in termini di fattore SPF e protezione ad ampio spettro (UVB / UVA). >Qui< puoi scoprire di più sulle nostre certificazioni.

FAQ

SOLARI, NATURA & SALUTE

Sì! Quello che molti non sanno è che la differenza tra SPF 30 e SPF 50 in termini di protezione è solo dell’1%. Un SPF 30 protegge dal 97% dei raggi UVB, mentre un SPF 50 dal 98%. L’utilizzo di un solare SPF 50 può quindi far credere alle persone di essere più protette di quanto non lo siano in realtà. Un SPF 50, inoltre, richiede l’uso di filtri UV che non sono sicuri quanto l’ossido di zinco non-nano, l’unico filtro che noi utilizziamo. È questo il motivo per cui ci fermiamo a un SPF 30.​​

Se vuoi, puoi approfondire l’argomento leggendo questo articolo del blog: Perché un SPF 30 è meglio di un SPF 50.

Molti ingredienti chimici impiegati nei comuni solari si sono rivelati dannosi per l’ambiente. L’ossibenzone, uno degli ingredienti più usati e presente in circa 3.500 marche di creme solari in tutto il mondo, è tra le sostanze più pericolose.​

I ricercatori hanno scoperto che l’ossibenzone danneggia i coralli a partire da concentrazioni di 62 parti per trilione, l’equivalente di una sola goccia d’acqua in sei piscine olimpioniche e mezzo. Considerato che ogni anno tra le 6.000 e le 14.000 tonnellate di crema solare finiscono nelle aree coralline, è facile immaginare l’impatto devastante che i comuni solari hanno sui preziosi coralli del nostro pianeta (Fonte).

​Nei nostri solari usiamo solo ossido di zinco non-nano poiché, insieme al biossido di titanio, è l’unica sostanza in grado di bloccare i raggi UVA e UVB risultando allo stesso tempo sicura per le barriere coralline. L’ossido di zinco è inoltre raccomandato dall’US National Park Service come il filtro solare più ecologico che abbiamo a disposizione. E ricorda: se è sulla tua pelle, è anche sui coralli!

Sono due le cose che ci appassionano davvero: i grandi spazi all’aperto e la scienza alla base dei nostri prodotti. Qui puoi trovare l’elenco delle fonti su cui si basano tutte le informazioni presenti sul nostro sito e altro materiale informativo.

Environment Agency, 2008: UV-filters in cosmetics – prioritisation for environmental assessment.

Bohman, 2016. Miljöfarliga ingredienser i solskyddsprodukter.

Schlumpf, M., Cotton, B., Conscience, M., Haller, V., Steinmann, B. and Lichtensteiger, W., 2001. In vivo and in vitro estrogenicity of UV screens. Environmental Health Perspectives, 109, 239–44.

Seidlova-Wuttke, D., Christoffel, J., Rimoldi, G., Jarry, H. and Wuttke, W., 2005. Comparison of effects of estradiol with those of octylmethoxycinnamate and 4 methylbenzylidene camphor on fat tissue, lipids and pituitary hormones. Toxicology and Applied Pharmacology, 214, 1–7.

Hamann, I.H., Schmutzler, C., Kirschmeyer, P., Jarry, H. and Kohrle, J., 2006. 4- Methyl-benzylidene camphor (4MBC) causes pituitary effects comparable to hypothyroidism. Endocrine Abstracts, 11, OC60.

Danovaro, R., Bongiorni, R.L., Corinaldesi, C. et al., 2008. Sunscreens cause coral bleaching by promoting viral infections. Environmental Health Perspectives, 116, 441–447.

Coronado, M., Rempel, M.A. and Schlenk, D., 2006. Endocrine and reproductive effects of UV-filters, oxybenzone and benzophenone in fish. Abstract of an oral presentation given at the Dominican University of California, 14 April 2006.

Come sempre, se vuoi saperne di più, contattaci!

FAQ

COME USARE I NOSTRI PRODOTTI

La Pasta Solare allo Zinco Viso & Sport All Natural è una formula in cui gli ingredienti sono ridotti al minimo per offrire la massima funzionalità. Ha un sacco di pregi, ma bisogna considerare che nell’utilizzo a basse temperature, in quanto prodotto naturale, tende a indurirsi. Il prodotto funziona e protegge dal sole a tutte le temperature, ma quando fa freddo va un po’ addolcita. La sua consistenza è ottimale quando la temperatura supera i 21 gradi, ma se l’aria è più fredda ecco cosa puoi fare per renderne più facile l’applicazione:

  1. ​Tieni la confezione in una tasca a contatto con il corpo o scaldala tra le mani prima di procedere con l’applicazione. Qualsiasi luogo con una temperatura di almeno 21 gradi renderà la pasta solare più morbida, aiutata dal calore veicolato dal metallo della latta. ​
  2. Usa le unghie per rimuovere la pasta solare dalla confezione e poi riscaldala nel palmo della mano: quando la pasta entra a contatto con la pelle si ammorbidisce molto rapidamente. ​
  3. Applicala prima di uscire, se per esempio stai per andare sulla neve.​
Questo video ti spiega come applicarla.
Se stai cercando una crema solare adatta alle temperature più fredde, ti consigliamo i nostri Stick Zinco Sport All Natural e la nostra Crema Solare Minerale Viso & Corpo All Natural.

​Dipende dal prodotto. Per scoprire la durata di un prodotto in particolare, selezionalo dall’elenco dei prodotti su suntribesunscreen.com/shop e clicca sulla scheda “Descrizione”.

​Produciamo i nostri solari in piccoli lotti e di frequente, per assicurarti prodotti sempre freschi. Ad ogni modo, anche quando la data di scadenza è trascorsa, puoi comunque utilizzare il prodotto purché la consistenza e l’odore non abbiano subito alterazioni evidenti. Come per il cibo, di solito i prodotti si mantengono ben oltre la data indicata.

​Assicurati di conservare i prodotti in un luogo fresco e asciutto affinché mantengano intatte le loro proprietà a lungo. Se però non sei sicuro dello stato del tuo prodotto, scrivici e ti aiuteremo a capirlo.​

​Come regola generale, per una protezione completa consigliamo di riapplicare la protezione ogni due ore. Questo però varia in base al prodotto e alla situazione in cui viene usato.​

Per esempio, se entri ed esci spesso dall’acqua o usi un telo per asciugarti, è meglio riapplicarlo con più frequenza.​

​In ogni caso il nostro prodotto più indicato per lo sport – la Pasta Solare allo Zinco Viso & Sport – ti proteggerà ben oltre le due ore, anche se sei in acqua.​

Per le istruzioni complete sull’utilizzo, vai su suntribesunscreen.com/shop, seleziona il prodotto che ti interessa e clicca sulla​ scheda “Uso”.

​Queste sono le domande che ci piacciono! I nostri materiali sono stati scelti partendo dal presupposto che potessero essere riciclati facilmente. Cliccando sulla scheda “Descrizione” di ogni prodotto, alla voce “Come riciclare” troverai tutte le indicazioni pratiche. ​

​I nostri contenitori in metallo – che utilizziamo per esempio per ​la nostra Pasta Solare allo Zinco Viso & Sport All Natural o per i nostri Burri Corpo All Natural – vanno nella raccolta differenziata di Alluminio e Metalli. Ovviamente puoi anche riutilizzarli in altro modo, per esempio usando le lattine come contenitori ermetici per lo shampoo naturale solido (davvero pratico quando viaggi), o per metterci la paraffina, i gioielli, le monete o altre piccole cose che altrimenti potresti perdere facilmente. Rimuovi i residui di prodotto con un po’ di carta assorbente e la lattina sarà subito pronta per essere riutilizzata. E questo è solo un esempio. Per tutti gli altri prodotti, invece, controlla le relative descrizioni.